Linee guida per le collaborazioni

collaborazioni

Ci sono arrivate numerose proposte di collaborazione. Modellismo & Kit è una rivista fatta dai modellisti, quindi siamo ben felici di ricevere i vostri lavori; per semplificare le cose, ecco alcune linee-guida per proporre un articolo.

  • Dando per scontato che si tratti di un lavoro che trovate, in coscienza, ben realizzato, tenete presente che sono le foto a renderlo effettivamente pubblicabile: un modello semplice, e ben fotografato, ha molte più possibilità di venire stampato di quante ne abbia un lavoro eccezionale di cui ci sono solo brutte foto
  • Attenzione allo sfondo: un telo od un cartoncino di colore adeguato bastano nella maggior parte dei casi; niente sfondi "originali" tipo la tovaglia della cucina, e via dicendo (è successo anche questo…)
  • Ormai si trova in quasi ogni famiglia una macchina fotografica digitale con le prestazioni richieste, per cui - fatti salvi casi eccezionali - è meglio limitarsi a questo tipo di attrezzatura
  • Usate la luce artificiale, ed il cavalletto (o almeno un solido appoggio). Ogni macchina digitale è uno strumento potentissimo: basta saperla sfruttare. Di seguito vi diamo alcune indicazioni per farla rendere al meglio, tenendo presente che, se qualcosa non vi è familiare, vale sempre l'antico detto: "Se tutto il resto fallisce, leggete le istruzioni"
  • Risoluzione: quella massima permessa dalla macchina, e comunque almeno 2000x1500 pixel (per le foto fatte durante il montaggio va bene anche 1600x1200)
  • Formato immagine: jpeg, se potete scegliere tra varie qualità usate la più alta
  • Sensibilità: la minore disponibile (ISO 50 oppure 100)
  • Bilanciamento del bianco: è forse la singola funzione più importante di una digitale: trascurarla vuol dire rischiare di ritrovarsi con colori completamente falsati. Se possibile, usate la funzione di misurazione, in modo da avere un bianco perfetto con la luce che state usando in quel momento. Altrimenti regolatevi confrontando ciò che mostra il display con il modello che avete davanti
  • Assolutamente niente flash
  • Lavorare sempre in priorità di diaframma, tenendolo il più chiuso possibile (numero alto, come f/6 o f/7.3 non superando però il 1/2" come tempo di esposizione (oltre si forma il cosiddetto "rumore di fondo")
  • Se presente, usare il telecomando a infrarossi per lo scatto: così si elimina totalmente la casistica "foto mossa"; vedrete che, in luce artificiale, è normale lavorare con tempi tra 1/8" e 1/2"
  • Scattate in abbondanza: in genere si usa circa metà degli scatti del modello finito, ed un po' di più per le sequenze di montaggio. Un modello finito che va su quattro pagine, ad esempio, richiede tra i 10 ed i 12 scatti "buoni", che si tirano fuori da 25 o 30. Per una sequenza di montaggio corposa, su sei pagine, ce ne vogliono 30 buoni, ed in genere si parte da una quarantina
  • Usate un po' di fantasia per le inquadrature (tanto dell'insieme quanto dei dettagli): di troppe foto non è mai morto nessuno…
  • Nessuna elaborazione successiva allo scatto: prima di andare in stampa, bisogna fare tante di quelle operazioni (dallo scatto alla carta ci sono circa tredici passaggi) che è meglio partire comunque dal file vergine, come è uscito dalla macchina fotografica. Se la foto è un po' scura, o un po' chiara, può essere recuperata: solo quelle fuori fuoco, o mosse, sono inutili

Per quanto riguarda i testi, non ci sono regole fisse: può esserci o meno una breve nota storica, e sono specialmente interessanti le considerazioni sul particolare esemplare riprodotto. Spesso una piccola elaborazione può essere la scusa per parlare più approfonditamente di una tecnica. Privilegiate le notizie specifiche del lavoro trattato: se parlate di un aereo, si sa che avete chiuso le semifusoliere ed incollato le ali; è più interessante sapere se avete aperto un finestrino in più, o limato il muso perché quello del kit secondo voi non aveva la forma corretta…
Va bene un documento in formato Word o simili; per dare un'idea della lunghezza, che naturalmente varia a seconda della complessità del lavoro descritto, in genere si va da una pagina e mezza a tre-quattro (ciascuna di circa 3.500 caratteri, spazi inclusi).
Una volta pronto il materiale, potete inviarlo per e-mail all'indirizzo della redazione, avendo cura di suddividerlo in più invii ciascuno non superiore ai 5M (altrimenti c'è il rischio che alcuni server blocchino il messaggio), oppure potete metterlo su un CD e spedirlo per posta (l’indirizzo è quello della redazione). L'ultima possibilità è quella di realizzare uno o più file di dimensione uguale o inferiore a 15 Mbyte e caricarli direttamente da questo sito. In ogni caso, è importante che indichiate un telefono dove potervi contattare.
Se avete altri dubbi, non esitate a scriverci; a noi non rimane che augurarvi Buon Lavoro, sperando di ritrovarvi presto sulle pagine di Modellismo & Kit!

collaborazioni

 

 

Model Discount

newslettermd

Scarica la newsletter!

 

Gli inserzionisti di KR






© 2006-2010 Kits Review - Tutti i diritti riservati - All rights reserved
Non è consentita la riproduzione, anche parziale, dei contenuti del sito senza previa autorizzazione scritta
Site contents re-publishing, even partial, is not allowed if not previously authorized

Kits Review non è una testata giornalistica né un prodotto editoriale ma un sito con aggiornamenti non regolari non rientrante nella categoria dell’informazione periodica (ex Legge 7/3/2001 n° 62)